08 Oct
08Oct

Per ottenere lo sgravio triennale INPS previsto dalla Legge di Bilancio 2021 (178/2020) per le assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato con contratti a giovani fino a 36 anni, sono finalmente disponibili online le istruzioni per i datori di lavoro di tutta Italia: le indicazioni per la domanda del bonus assunzioni giovani 2021 sono pubblicate nel Messaggio n. 3389 del 7 ottobre, che indica anche come per recuperare i contributi arretrati in caso di assunzione già effettuata. 

Esonero assunzioni giovani 2021  

L’esonero 2021 per le assunzioni agevolate di giovani fino a 36 anni è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, imprenditori e non, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo, esclusa la Pubblica Amministrazione e le imprese del settore finanziario. La nuova agevolazione sostituisce il precedente esonero al 50% istituito con la Manovra 2018, dopo aver incassato il placet della Commissione UE. In realtà, i datori di lavoro possono scegliere fra i due incentivi, anche in base del settore di attività ed ai relativi limiti agli aiuti di Stato imposti dalla UE. 

Compatibilità con altri incentivi assunzioni 

I datori di lavoro possono sommare il nuovo sgravio (per le trasformazioni a tempo indeterminato) con il precedente incentivo per assunzioni a termine (legge n. 92/2012). Di contro, l’esonero contributivo per assunzioni di giovani under 36 introdotto dalla Legge di Bilancio 2021 non è cumulabile con: 

  • incentivo assunzione over 50 o di donne disoccupate (articolo 4, commi 8-11, legge 92/2012),
  • incentivo assunzione donne svantaggiate (articolo 1, commi 16-19, legge 178/2020),
  • Decontribuzione Sud (articolo 1, commi da 161 a 168, della legge di Bilancio 2021),
  • riduzione contributiva per datori di lavoro agricoli nei territori montani o zone svantaggiate o per il settore dell’edilizia.

 Esonero assunzioni 2021: rapporti di lavoro ammessi 

L’incentivo spetta per le nuove assunzioni nel biennio 2021-2022 con contratto a tempo indeterminato e per trasformazioni da contratti a termine a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione ed anche con vincolo associativo in una cooperativa), di giovani fino a 36 anni in precedenza mai assunti a tempo indeterminato. Sono invece esclusi: 

  • apprendistato, contratto intermittente o a chiamata,
  • prosecuzioni di contratto dopo apprendistato,
  • personale con qualifica dirigenziale e lavoro domestico.

 Calcolo e durata incentivo assunzioni giovani 2021 

L’esonero INPS è pari al 100% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (compreso IVS) nel limite massimo di importo di 6mila euro annui, di 500 euro al mese o 16,12 euro per ogni giorno di fruizione. Nei part-time il beneficio si riduce in proporzione all’orario svolto. Nei casi di trasformazione di rapporti a termine o di stabilizzazione entro sei mesi dalla scadenza, si ha diritto alla restituzione del contributo addizionale (1,40%) prevista per i contratti a tempo determinato. Sono sempre esclusi dallo sgravio i versamenti INAIL ed i contributi di solidarietà (es.: previdenza complementare, assistenza sanitaria, spettacolo, sportivi professionisti).

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.