10 Aug
10Aug

Vediamo subito che cos’è l’asseverazione e quali sono le differenze con il visto di conformità.

Per asseverazione, si intende l'atto di certificazione di un lavoro, di un documento, o di qualsiasi altra cosa che necessità di un parere certificato da parte di un tecnico specializzato.

Infatti, l’asseverazione è un documento tecnico, che può essere redatto solo da professionista con competenze tecniche come un Geometra, un Architetto o un Ingegnere.

Ad esempio, l’asseverazione per il bonus 110% è obbligatoria ai fini dell'ottenimento dei bonus edilizi, e può essere fornita solo da tecnici specializzati.

Mentre, il visto di conformità, diversamente dall’asseverazione, non è un documento tecnico ma economico, che può essere rilasciato da un commercialista, tributarista o fiscalista abilitato.

In pratica, il visto di conformità, serve per certificare la sussistenza dei presupposti di diritto, in funzione alla possibilità di godere dei bonus edilizi.  

Asseverazione e visto di conformità: Le novità normative

Vediamo nel dettaglio tutte le novità normative in ambito asseverazione e visto di conformità.

Le due principali novità normative sono il Decreto Antifrodi D.L. 157/2021 e la Legge di bilancio 2022

Decreto Antifrodi:

Grazie all’introduzione del nuovo Decreto Antifrodi, acquisisce il carattere dell’obbligatorietà il rilascio del Visto di Conformità e dell’Asseverazione di congruità, in caso di cessione del credito o sconto in fattura, anche per tutte le altre spese diverse dal Superbonus 110 per l’edilizia.

Legge di bilancio 2022:

Gli interventi prodotti dalla Legge di Bilancio 2022, hanno interessato soprattutto l’aspetto della cosiddetta edilizia libera.

Infatti, grazie alla scorsa Legge di Bilancio, non sono più richiesti il Visto di Conformità e l’Asseverazione di congruità, per tutti quegli interventi che rientrano nell’ambito edilizia libera, e per i quali, il valore complessivo dei lavori non superi i 10.000€.

Quali sono gli interventi esenti da Visto di Conformità e Asseverazione?

Ovviamente, come appena accennato nel paragrafo precedente, gli interventi che rientrano nell’ambito dell’edilizia libera sono esenti dalla redazione di questi due documenti, ma non sono gli unici. 

A questo punto, è giusto sapere quali sono tutti gli interventi per i quali non c’è bisogno del visto di conformità e dell’Asseverazione

Tali interventi sono:

  • manutenzione ordinaria;
  • installazione di pannelli FV;
  • finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche (che non implichino la realizzazione di ascensori esterni);
  • messa a norma degli impianti tecnologici;
  • sostituzione degli infissi.

Inoltre, cosa molto importante da ricordare, che le spese per la redazione dei due documenti sono detraibili.

Ovviamente, le spese sostenute per il visto di conformità e per l’asseverazione, risultano detraibili solo nel caso in cui i 2 documenti sono obbligatori.

Assistenza Ateca

ATECA è un’associazione sindacale datoriale per il settore terziario, nata con la mission di rappresentare i datori di lavoro e tutti i liberi professionisti. 

Grazie all’opera di ATECA, i datori di lavoro e i liberi professionisti che aderiscono al progetto sindacale, potranno usufruire di un supporto in termini di rappresentatività e sviluppo delle competenze professionali attraverso una vastissima offerta formativa professionale. 

Nel caso avessi bisogno di qualsiasi tipo di informazione su ATECA, i suoi servizi e la possibilità di diventare socio dell’associazione sindacale, non esitare a contattarci.

Una nostra collaboratrice sarà ben lieta di darti tutte le risposte del caso.

Contattaci ora per maggiori info  


 

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.